HOME/NEWS




CONTATTI E ORARI


LIBRERIA ANTIQUARIA | SVSB EDITORE



 
COLLANA Concilium Typographicum
COLLANA I fiumi e le terre
COLLANA I quaderni dei poeti illustrati
COLLANA Il granaio della mente
COLLANA Impronte d'inchiostro
CERCA



 

08 luglio 2013
Anita Pittoni | Diario 1944-1945

COLLANA I fiumi e le terre




Trieste è una donna: Anita Pittoni (1901-1982) - amica di Bragaglia, Pica, del gruppo BBPR, di Gio Ponti, creatrice di moda e di tessuti, ideatrice delle Edizioni dello Zibaldone (pubblicò Svevo, Saba, Giotti, Stuparich) - con il suo sguardo femminile trascrive giornalmente per diversi mesi tra il 1944 e il 1945, le pulsazioni del suo cuore e registra le intermittenze degli umori. Nel suo Diario trovano spazio i sentimenti verso Giani Stuparich, gli incontri con Virgilio Giotti e la moglie Nina, Marcello Mascherini, Federico Righi, Maria Lupieri, Carlotta De Jurco, Quarantotti Gambini. Compaiono, come in una visione onirica, le figure di Lawrence e Katherine Mansfield. Il Diario, ritenuto perduto dopo la sua morte, presenta un'introduzione di Cristina Benussi e saggi di Gabriella Norio, Sergio Vatta, Pietro Spirito e Simone Volpato. Una sezione è dedicata al famoso Centro di Studi Triestini da lei creato che possedeva inediti di Giotti e Saba e di molti scrittori giuliani. 

Recensioni:
1. Mary B. Tolusso, Esce il Diario ritrovato di Anita Pittoni, Il Piccolo, 17 novembre 2012
2. Pietro Spirito, Spunta l'ardente Adele una poesia inedita firmata Umberto Saba, Il Piccolo, 20 novembre 2012

XXX, 80 p., ill. Stampato su carta Fedrigoni

Euro 30,00








13 dicembre 2012
Gino De Finetti | Collezioni private

COLLANA I fiumi e le terre




Dalle collezioni private del Friuli Venezia Giulia fuoriescono documenti, manifesti, schizzi, taccuini, lettere inedite legate alla figura di Gino De Finetti (Pisino d'Istria, 1877- Gorizia, 1955), uno dei maggiori artisti del primo Novecento. Iscritto all'Accademia di Monaco si dedicò alla cartellonistica per le riviste Simplicissimus e Jugend; lavorò poi a Parigi e Berlino per poi tornare a Gorizia nel 1934. Un libro, nato in seno a ben sette mostre, che presenta un'immagine del tutto nuova di un'artista legato, in contrapposizione, a Marcello Dudovich. Il catalogo è curato da Lidia Da Lio con un saggio di Cristina Feresin.
108 p., ill. Stampato su carta Fedrigoni

€ 20,00








10 dicembre 2012
Sergio Vatta | Vittorio Bolaffio poeta del mare

COLLANA I fiumi e le terre




Nuova edizione, con traduzione in inglese apparato fotografico rinnovato con immagini inedite del porto di Trieste, del volume Vittorio Bolaffio e il porto di Trieste nei disegni della collezione Sanguinetti, edito in occasione delle mostre di Gorizia (Biblioteca Statale Isontina) e Trieste (Museo Revoltella). Sponsor unico dell'edizione è l'imprenditore Federico Pacorini.
108 p., ill., 1 tav. allegata. Stampato su carta Fedrigoni Arcoset e Mérida da Stella Arti Grafiche, Trieste 2011.

€ 20,00








09 dicembre 2012
Bruno Lucci (a cura) | Cent'anni dell'asilo

COLLANA I fiumi e le terre




In occasione del traguardo del secolo dell'asilo di Moggio Udinese, la comunità parrocchiale ripercorre le vicende dell'asilo che per tanti anni ha accompagnato la crescita dei bimbi.
Il volume, arricchito da fotografie e documenti storici, per la massima parte inedito, si apre con una premessa di mons. Lorenzo Caucig e presenta saggi di Bruno Lucci, Claudia Zambelli, Renato Antoniutti, Domenico Segala, Laura Basso e Annia Missoni.

108 p., ill.. Stampato su carta Fedrigoni Symbol Mat Plus e Mérida da Stella Arti Grafiche, Trieste 2011.

€ 20,00








01 dicembre 2012
Vittorio Bolaffio e il porto di Trieste nei disegni della collezione Sanguinetti

COLLANA I fiumi e le terre




Catalogo delle mostre di Gorizia (Biblioteca Statale Isontina, 28 maggio-28 giugno 2011) e di Trieste (Museo Revoltella, 8 luglio-11 settembre 2011) sui disegni inediti del pittore goriziano Vittorio Bolaffio (1883-1931) appartenenti alla collezione Sanguinetti e prima ancora a Umberto Saba ed Eugenio Montale. Grazie a tali disegni è possibile ricostruire l'incessante lavorio artistico di Bolaffio per il grande ciclo del Trittico e del Polittico del porto di Trieste, nonché i suoi rapporti con i poeti triestini Umberto Saba e Virgilio Giotti e con i pittori triestini Cesare Sofianopulo e Vito Timmel.
Il catalogo è anche l'occasione per ricostruire la figura del collezionista Bruno Sanguinetti (1909-1950), triestino ma nato a Genova, amico di Bobi Bazlen, Giorgio Voghera e Giorgio Fano.

Testi di: Marco Menato, Gianfranco Sanguinetti, Sergio Vatta, Simone Volpato.

Recensioni:
1- Cristina Feresin, Omaggio di Gorizia a Vittorio Bolaffio, Il Piccolo, 26 maggio 2011
2- Ilaria Purassanta, Omaggio a Vittorio Bolaffio, i disegni inediti, Messaggero Veneto, 26 maggio 2011
3- Cristina Feresin, Storie di mare a colori raccontate da Bolaffio con matite e pennelli, Il Piccolo, 28 maggio 2011
4- Gianfranco Sanguinetti, Nella Trieste poliglotta Saba divenne maestro del giovanissimo Bruno, Il Piccolo, 28 maggio 2011
5- Cristina Feresin, I disegni di Vittorio Bolaffio del porto di Trieste, Il Piccolo, 31 maggio 2011
6- Licio Damiani, Vittorio Bolaffio e l'intellighenzia della grande Trieste, Messaggero Veneto, 9 giugno 2011
7- Franca Marri, Il porto di Bolaffio in vetrina al Revoltella, Il Piccolo, 15 luglio 2011


112 p., ill., 1 tav. allegata. Stampato su carta Fedrigoni Arcoset e Mérida White da Stella Arti Grafiche, Trieste 2011.

€ 22,00








   
login